sbernardino2.jpg (4546 byte)

CHIESA DI S.BERNARDINO

L'edificazione della chiesa fu iniziata nel 1 454 per volere di S. Giovanni da Capestrano, discepolo di S. Bernardino da Siena.
Contemporaneamente fu cominciato il chiostro. L'organismo originario ebbe tre navate confluenti in un vasto ambiente poligonato generato dalla cupola, su cui si affacciavano quattro cappelle. Dopo il terremoto dei 1461, il 1 7 maggio dei 1472 con solenne cerimonia vi fu portato il corpo di S. Bernardino.
La facciata fu iniziata nel 1525 da Cola dell'Amatrice. Si erge su quindici gradini ed spartita da cornicioni che limitano i tre ordini sovrapposti di colonne gemellate e, se per la pianta qualcuno ha centrato l'attenzione sulle analogie di questa con la brunelleschiana S. Maria dei Fiore, la facciata ha rassomiglianza con i modelli di Giuliano da Sangallo e di Michelangelo per la chiesa di S. Lorenzo a Firenze.
Ricostruita completamente dopo che il terremoto del 1703 l'ebbe distrutta, oggi' si' presenta nella sua veste barocca. L'interno, lungo 96 m., ha un carattere grandioso. Il settecentesco soffitto in legno e oro zecchino fu realizzato, insieme all'organo, da Ferdinando Mosca da Pescocostanzo. Al centro vi il monogramma Bernardiniano, mentre gli altri campi contengono tele dei napoletano Girolamo Cenatempo, risalenti al 1720.
Nella seconda cappella della navata destra, posta la pala di Andrea della Robbia nipote del celeberrimo Luca. Al centro della navata, la cappella di S. Bernardino contiene il mausoleo con il corpo del Santo realizzato da Silvestro dell'Aquila, allievo dei Donatello, nel 1505.
A sinistra dell'altare principale si trova il mausoleo di Maria Pereyra Camponeschi opera di Silvestro dell'Aquila riferibile al 1488.

 

 

 

 

 

 

 

 

Basilica of S. Bernardino

This is a Renaissince Church, erected in St. Bernardine of Siena's honour by his Aquilan disciples, St. john of Capestrano and St. james della Marca. The elegant facade, finished between 1525 and 1542 by the architect Cola d'Amatrice, is supposed to incorporate in its three orders in Doric, Ionic and Corinthian style, the spirit and fashion of the day which tended towards an exultation of the Classical Period. The interior, after the catastrophic earthquake of 1703, was re-decorated in Baroque style. The body of the Saint is placed in the mausoleum built bv Silvester of Aquila, pupil of Donatello, situated in the right aisle. Most noteworthy are a viluable altar-piece by Andrea della Robbia, a Madonna in polychrome terracotta and the tomb of Maria Pereira Camponeschi found on the left of the main altar, which is also the work of Silvester.